↕ Menù di servizio

» Menù principale

Dove sei: Homepage > Servizi di edilizia pubblica > Vendite ERP > Divieto di Alienazione e Prelazione > Prelazione

Prelazione

ESTINZIONE DEL DIRITTO DI PRELAZIONE NELLE LEGGI N.513/77 E N.560/93

L'estinzione del diritto di prelazione si realizza con il pagamento di un importo pari al 10% del valore degli estimi catastali vigenti al momento della richiesta.
Cioè, si prende la rendita catastale, la si moltiplica per 100 e sull’importo così ottenuto si calcola il 10%.
Ad esempio, se la rendita è di euro 516,46 (1.000.000 delle vecchie lire), la si moltiplica per 100, ottenendo un valore pari a euro 51.646,00. Di tale valore si calcola il 10% pari a euro 5.164,60. Questo l’importo che, incrementato dell’IVA di legge (attualmente 21%) e delle competenze amministrative (per remunerare i costi istruttori), deve essere versato all’Azienda per poter cedere liberamente l'immobile.

Questo è il modulo da utilizzare per la richiesta di estinzione del diritto di prelazione:
richiesta estinzione prelazione.pdf